Nikon Instruments Europe B.V. | Europe & Africa
Artboard 1
it

Global Site

Sistema di Osservazione delle Colture Cellulari

Screening di cellule staminali all'interno dell’incubatore.

Le procedure convenzionali di monitoraggio delle cellule vedono necessaria la rimozione del recipente di coltura dall’incubatore per l'osservazione al microscopio, sottoponendo le cellule a cambiamenti ambientali stressanti e disturbi meccanici. Inoltre, i ricercatori devono impiegare tempo ulteriore per riposizionare il recipiente di coltura e ritrovare i punti dove sono state effettuate le osservazioni precedenti. La Nikon BioStation CT elimina questi problemi combinando gli ambienti di cultura e imaging per consentire un monitoraggio accurato di singole cellule e di colonie, mantenendo condizioni ambientali stabili. La Biostation CT è una soluzione di monitoraggio ideale per tipi di cellule che richiedono manipolazione minima e condizioni di coltura stabili, come le cellule staminali.

Download BioStation CT Brochure (3.13MB)


Caratteristiche principali

Acquisizione automatica delle immagini

Il meccanismo di autofocus consente la cattura di immagini a fuoco. Magnificazioni multiple rendono possibile osservazione di imaging Z-stack a contrasto di fase, l'imaging multicampione e l'imaging multipunto. Le condizioni di imaging configurate dall'utente possono essere salvate con BioStation CT e consentono una facile ripetibilità delle condizioni di osservazione.


Trasporto automatico del recipiente di coltura

BioStation CT incorpora un'unità di trasporto che fornisce un trasferimento stabile del recipiente dal rack di stoccaggio all'area di osservazione e ritorno, tutto all'interno dell'incubatore riscaldato e umidificato. Il tavolino motorizzato ad alta precisione nell'unità di osservazione consente l'imaging automatizzato dell'intero pozzetto ed è compatibile con una varietà di formati di piastre multiple.

I recipienti di coltura vengono trasferiti sul tavolino di osservazione e l’acquisizione avviene secondo la programmazione configurata dall'utente.

① Storage Rack
② Tavolino di osservazione


Accesso remoto

È possibile configurare le impostazioni di acquisizione delle immagini, la programmazione di un esperimento time-lapse e l'accesso alle immagini acquisite in remoto. I dati possono essere scaricati automaticamente sul computer locale dell'utente. Ciò consente agli utenti di monitorare lo stato della cella lontano dal laboratorio. BioStation CT può inoltre notificare gli utenti tramite e-mail nel caso si verifichi un errore di controllo centrale dell'ambiente di coltura (temperatura, umidità, concentrazione di CO2).


Imaging a scansione dell’intero pozzetto e stitching di immagini ad alto ingrandimento

Le scansioni dell’intero pozzetto ad alta risoluzione vengono ricostruite unendo immagini adiacenti. Ciò consente di rilevare chiaramente una colonia iPS, difficile da rilevare a causa della sua bassa efficienza di induzione, indipendentemente da dove si formi nel recipiente di cultura. Una posizione specifica del recipiente può essere analizzata con maggiore dettaglio utilizzando obiettivi ad alta risoluzione e alto ingrandimento. BioStation CT permette anche la registrazione delle cellule per consentire visualizzazioni ripetute nella stessa posizione. Queste sequenze time-lapse possono essere create anche dopo che il recipiente è stato rimosso e riposizionato dalla BioStation CT per il cambio del mezzo.

[Nota] A seconda del recipiente utilizzato, la BioStation CT potrebbe non essere in grado di mettere a fuoco alcune aree.


Osservazione micro

Una camera CMOS raffreddata ad alta sensibilità cattura facilmente segnali a bassa fluorescenza e immagini a contrasto di fase. Queste immagini possono essere ingrandite in 2x, 4x, 10x, 20x e 40x. Fino a 40 immagini di contrasto di fase possono essere acquisite lungo l'asse Z con la funzione Z-stack.


Osservazione macro

Immagini a luce polarizzata a basso ingrandimento dell'intero recipiente di coltura possono essere utilizzate per documentare informazioni scritte a mano, colore del mezzo e presenza di contaminazioni nella coltura. Inoltre il software opzionale di analisi delle immagini, CL-Quant, rende possibile il conteggio delle cellule colorate con fosfatasi alcalina.


Controllo preciso della temperatura

Il controllo della temperatura viene eseguito da riscaldatori a pannelli integrati nei sei lati dell'incubatore. Questo sistema consente un mantenimento della temperatura estremamente preciso.


Controllo dell'umidità con umidificatore aerosol spray a flusso d’aria attivo

Acqua distillata viene spruzzata automaticamente all’interno dell’incubatore per mantenere l’umidità ottimale. L'acqua può essere rifornita nel serbatoio senza dover aprire la porta dell'incubatore. Questo tipo di umidificatore a flusso d'aria riduce i rischi di contaminazione rispetto ai tipi di bagnomaria.


Registrazione dei dati ambientali

L'ambiente di coltura è costantemente monitorato e registrato. I dati ambientali sono accessibili in qualsiasi momento.


Trasporto ultra stabile del recipiente

L'oscillazione della superficie del liquido durante il trasporto è inferiore a 2 mm, riducendo così al minimo l'introduzione di disturbi meccanici e stress alle cellule.


Riduzione del rischio di contaminazione

L'interno dell'incubatore può essere sterilizzato utilizzando gas di perossido di idrogeno (facoltativo, è necessaria una fonte di alimentazione da 200V).


GUI diversa per ogni tipo di recipiente

Icone del tipo di recipiente

I pozzetti da osservare possono essere scelti sul touchscreen

GUI per piastra da 12 pozzetti


Operazioni facili

1. Installazione del recipiente

Installazione del recipiente di coltura nel rack di stoccaggio

I recipienti vengono collocati nell'incubatore attraverso una piccola porta sul pannello frontale in vetro, riducendo al minimo l'effetto sull'ambiente all'interno dell'incubatrice.


2. Impostazione dei parametri di imaging

Facile funzionamento touchscreen

È possibile impostare configurazioni di time-lapse come ingrandimento, posizione di imaging, selezione del canale di fluorescenza e velocità di movimento del tavolino.


3. Programmazione

Programma di imaging time-lapse

The imaging interval and total period can be set. The shortest time-lapse imaging interval is one minute.


4. Visualizzazione delle immagini acquisite

Gestione della storia dei dati della cultura

Le variazioni del campione su lunghi periodi possono essere facilmente monitorate e analizzate mediante la visualizzazione sequenziale delle immagini acquisite.


5. Cambio del mezzo

Ripetibilità ad alta precisione

È possibile tracciare le stesse cellule, anche dopo cambio del mezzo, usando un supporto dedicato. La BioStation CT registra la storia della cultura, come il cambio del mezzo e la sottocultura, nonché le posizioni X-Y per ogni recipiente.


6. Referto dei dati

Gestione dei dati affidabile e supporto per la documentazione

I dati acquisiti vengono duplicati e protetti utilizzando un gruppo di continuità. Le informazioni di osservazione come temperatura, umidità e data di imaging possono essere annotate e visualizzate sull'immagine acquisita per facilitare la condivisione e la presentazione dei dati.